Parco Nazionale Monti della Laga

Si tratta di uno dei più grandi d’Italia che si estende per circa 160.000 ettari su 44 comuni divisi tra le province di L’Aquila, Teramo, Pescara, Ascoli Piceno e Rieti. Ospita al suo interno tre gruppi montuosi: la catena del Gran Sasso, il massiccio della Laga, i Monti Gemelli; si caratterizza anche per la presenza della vetta più alta dell’Appennino, il Corno Grande (2912 m.), dove è presente l’unico ghiacciaio appenninico, il Calderone.

Rocca Calascio
Numerose sono le specie faunistiche e floristiche esclusive di quest’area che accoglie gli animali più rappresentativi dell’Appennino in uno scenario suggestivo composto da paesaggi agrari e pastorali che conservano ancora le antiche varietà colturali, gelosamente custodite quali le lenticchie, la pastinaca, lo zafferano, la solina, l’antico grano tenero conosciuto già in epoca romana, l’aneto o il coriandolo.

Il parco ospita anche il lago di Campotosto, il bacino artificiale più grande dell’intera regione e numerosi borghi medievali tra cui il più suggestivo è senza dubbio Rocca Calascio, scelto anche come ambientazione di famosi film internazionali quali Lady Hawke, il Nome della Rosa. Affascinante è anche il piccolo paese di Santo Stefano di Sessanio che fa parte del Club dei Borghi più belli d’Italia e che costituisce una delle porte di accesso alla parte meridionale del Parco.

Fonte: Vastoideavacanza.it